Boom degli E-Commerce del vino post-pandemia


Il settore vinicolo online ha aumentato notevolmente i suoi fatturati, si va verso un futuro sempre più roseo. La piattaforma InstaWinery è una dimostrazione della forza di questo settore, nonostante sia nata solo agli inizi del 2021.

Questo successo è dovuto alla chiusura della ristorazione imposte dal covid e dalla voglia degli appassionati di vino di non rinunciare ad un buon calice neanche tra le mura domestiche, il boom dell’e-commerce di vino in Italia ha permesso a queste attività di espandersi come mai prima di adesso. Un fenomeno ancora contenuto nonostante gli ottimi ricavi di quest'anno (le stime di Nomisma parlano di un giro d’affari complessivo intorno ai 200 milioni di euro). Questo è un bene per il settore, poiché questi strumenti sono stati in grado di connettere produttori che vogliono farsi conoscere e consumatori che cercano novità, e anche di formazione, con diverse proposte di corsi di degustazione, di cultura sul vino e di abbinamento al cibo.

La strategia della piattaforma è instawinery è semplice: ha iniziato diffondendo le nicchie artigianali locali (in questo caso Valle D'Aosta) fino ad espandersi e creare nuove partnership nel Veronese, con obiettivo di raggiungere tutta italia e chissà magari un giorno conquistare il mercato italiano, senza però cadere nel banale offrendo prodotto di bassa qualità, per questo motivo ogni prodotto al suo interno viene scelto da specifici sommelier dopo numerose valutazioni.

E' una piattaforma con alto potenziale, al suo interno non offre soltanto un'ottima lista di vini, allo stesso tempo ad un prezzo competitivo, ma è anche possibile trovare svariate ricette culinarie da abbinare o dei cocktail particolari, come l'ultimo articolo relativo al New York Sour - Il famoso cocktail della Grande Mela.

0/Post a Comment/Comments

Nuova Vecchia